top of page
Cerca
  • Armando Pace

Capelli ricci in estate, segui i consigli di Capariccia parrucchieri Roma, i Sarti per Capelli Ricci

In estate la principale difficoltà per chi ha i capelli ricci è mantenerli idratati e morbidi, quindi gestibili, e fare in modo che non si rovinino troppo ed arrivare a fine stagione con un capello sempre sano e curato, morbido, tonico ed elastico.


I capelli ricci - a seconda della tipologia di riccio di ciascuna e in base all’intensità di ondulazione - sono tendenzialmente portati a disidratarsi, perché è nella loro natura, spesso anche in inverno alcuni ricci restano davvero secchi se non si segue una corretta hair beauty routine, e spesso sono anche molto crespi.


Lo stile dell’estate

La gestibilità è uno dei problemi principali da affrontare durante l’intero corso dell’anno, ma in particolare in estate è basilare prendersene cura in modo costante. In questo il taglio può essere la svolta, che regola look e praticità nella gestione.


Per il taglio noi consigliamo diversi stili - sempre a capelli asciutti - come il taglio silhouette layers, lo split ends, il classic curl cut e il wayline natural power.


Il silhouette layers prevede una forma rotonda, che si realizza con forbici arcuate, una tecnica ed un taglio insieme, con cui si va a lavorare sulla forma esterna per ottenere una scalatura.e una frangia che rispetta l’attaccatura frontale.

Il taglio split ends è ideale per chi vuole mantenere i capelli lunghi e preservare le punte, consigliata da fare due e o tre volte all'anno.

Il classic curl cut è indicato per chi ama massimo volume sulla sommità e lateralmente, si può prevedere una leggera frangia ed è preferito da chi ama i perimetri più definiti e geometrici.

Il taglio wayline natural power lo consigliamo a chi ha capelli ondulati e vuole averli sempre idratati e naturali, adatto a qualsiasi densità di riccio, spessore, porosità, per lunghezze corte e medio lunghe.


Idratare e nutrire il riccio

Parliamo di idratazione: si pensa che basta sovraccaricare di prodotto per ottenere morbidezza e nutrimento, mentre è molto meglio utilizzare in minore quantità prodotti specifici, perché sono più mirati e adeguati alla propria tipologia di capello. Ecco perché è importante affidarsi a professionisti esperti, perché in qualunque momento sapranno dare la giusta diagnosi della situazione del proprio riccio. In molti poi pensano che un nutrimento oleoso sia migliore rispetto ad un altro a base acquosa, mentre è importante capire che esiste un prodotto specifico adatto per il proprio riccio: molto spesso alcune maschere possono appesantire troppo i ricci facendogli solo perdere forma e volume. Lo stile in estate deve seguire quelle che sono innanzitutto le vostre abitudini, senza però trascurare il riccio, perché basta davvero poco è diventerà sfruttato, secco, indurito e fragile.


Proteggersi dal sole

Protezione, ecco un’altra parola chiave da tener presente sempre, perché raggi solari, cloro, salsedine, una maggiore sudorazione e agenti esterni possono influire sul benessere dei capelli. Quando un riccio perde la sua energia ed elasticità, intanto il look è difficile da gestire ma soprattutto i residui di prodotto o sudorazione in eccesso non fa altro che aumentare la criticità.

In estate avremo una pelle più luminosa e capelli più lucidi se sapremo sfruttare i benefici della stagione e ci preoccuperemo anche di seguire una buona alimentazione serve a stimolare il microcircolo cutaneo e ci dobbiamo ricordare che bere acqua è un ottimo strumento per aiutare il ricambio cellulare.


Detersione e lavaggi, come ci regoliamo con lo shampoo?

Una delle problematiche dei capelli ricci sono i residui e l’appesantimento causato da un certo tipo di prodotti, che spesso risultano inadeguati. Non è importante quanto si lavano ma con cosa li laviamo. Scegliere lo shampoo più adatto vi farà trascorrere un’estate in libertà e leggerezza.


Armando e lo staff di Capariccia


📲 whatsapp 3409840337

📞 065780244

Roma, via Gustavo Bianchi 4






202 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page