top of page
Cerca
  • Armando Pace

Capelli ricci, come fare a gestirli, segui i consigli di Capariccia parrucchieri Roma

Aggiornamento: 25 mar 2023

Gestire i capelli ricci non è sempre semplice, perché molto spesso non sappiamo come reagiscono, non conosciamo a fondo la differenza di ricci e come vanno trattati oppure semplicemente utilizziamo prodotti sbagliati e non adatti al nostro tipo di riccio.


È fondamentale capire e conoscere che tipo di riccio si ha: come già in precedenza avevo spiegato i ricci sono di vario tipo e si differenziano in base al livello di ondulazione, e si parla di wavy hair, curly hair e fino ai ricci molto stretti kinky hair. Se prendiamo un capello e ne allunghiamo la forma vedremo che si forma una “s” di una certa intensità, nel caso dei kinky hair le spire sono molto strette e in fatti il capello forma un “z”. Conoscere le regole dei volumi è un altro elemento importante per capire come poter intervenire o delineare il taglio che si desidera.


Come si tagliano i capelli ricci? Si tagliano da asciutti. Noi ad esempio in salone effettuiamo un dry cut, il Taglio Riccio Libero Pro, che a seconda delle esigenze si suddivide in varie tecniche che utilizziamo, il Silhouette layers, Split ends, Classic curl cut e Wavyline natural power. La densità del riccio e l’obiettivo che si vuole raggiungere per il proprio look sono le due prime indicazioni su cui effettuare il taglio e gestire lo stile completo.


A seconda del tipo di riccio il capello si presenta più o meno piatto in radice ed ondulato nella sua lunghezza. Ecco perché è importante conoscere a fondo le tipologie di riccio così da poter riuscire ad ottenere l’effetto desiderato.


Le regole del riccio esistono? Certo! Immaginate un condominio, se non ci fossero l’amministratore e delle regole sarebbe il caos: un esempio che ho fatto di recente in un mio video è che la massa di capelli è come un condominio e che quindi va gestita e controllata in un sistema di regole, appunto una forma di taglio che renda uno stile armonico e gestibile. Esistono circa una ventina di tipi di riccio con alcune predominanti, di cui ciascuno ne ha una o anche due, e vanno considerate anche le direzioni e le attaccature, ecco perché solo uno specialista del riccio può trovare la migliore soluzione. Nella scelta di un prodotto - di lavaggio o di styling - solo chi davvero conosce il riccio e valuta i vostri, un professionista saprà consigliarvi quello più adatto.


Un ultimo consiglio che vogliamo darvi è quello della fase lavaggio, a cui noi in salone teniamo molto. Molto spesso non si pulisce a fondo la cute e le lunghezze, da una parte perché la massa può essere importante, per cui va detersa e sciacquata con cura, e dall’altra l’uso di prodotti da styling, sbagliati o in eccesso, lascia tanti residui, che quando si fa lo shampoo devono essere asportati con cura, per una pulizia profonda, che dona leggerezza, freschezza e maggior gestibilità.


E voi che tipo di riccio avete? Vi aspettiamo in salone, saremo lieti di accogliervi, a presto


Armando e lo staff di Capariccia


📞 065780244

📲 whatsapp 3409840337






80 visualizzazioni0 commenti

Commenti


bottom of page